ImpressionI


Lignières, 28.05.2017

Storia e sicurezza a Lignières (NE)

Gli appassionati svizzeri degli sport automobilistici si illuminano quando viene nominato Lignières, un piccolo comune ubicato nel Canton Neuchâtel. Nel 1961 l’ufficiale francese Robert Souaille posò le basi per questa affascinante struttura, sopravvissuta fino ai giorni nostri, che richiama le competizioni motoristiche d’un tempo, tanto che già in quell’epoca si effettuavano corsi di guida e pilotaggio. Oggi il circuito viene gestito dal TCS ed è quindi logico che una delle selezioni per «L’automobilista svizzero dell’anno» si sia volta anche qui. 

A prendere il via v’erano due gruppi: uno della romandia e un altro della svizzera-tedesca, per un totale di 17 candidati tra cui anche una donna. Frenate d’emergenza, evitamento ostacoli, sottosterzo e sovrasterzo: nel tracciato con asfalto bagnato è possibile avvicinarsi ai limiti della vettura, e pure superarli in piena sicurezza. Pur non essendo dotata della temuta pedana mobile, il centro di Lignières ha saputo mettere alla prova i partecipanti con fondi stradali dalla diversa aderenza. Sebbene i candidati abbiano tutti dimostrato buone capacità, gli istruttori del TCS Daniel Hoffmeyer e Adi Liechti nonché gli esperti del Consiglio svizzero di Sicurezza Stradale (CSS) Philippe Desarzens und Alex Da-Rin hanno saputo eleggere i quattro finalisti.

 

Testo e foto: Stefan Fritschi